BMW Art Cars, quando velocità e design automobilistico incontrano l’arte.

Di Alexander Stefani

Leggendo il titolo di questo articolo probabilmente vi starete chiedendo se DArteMA abbia appena inaugurato una nuova fiammante rubrica dedicata ai motori, al design industriale o se semplicemente avete cliccato per sbaglio su un contenuto di un qualche magazine dedicato alle automobili. Niente di tutto questo. 

Abbiamo deciso di proporvi questo articolo perché forse, esattamente come noi fino a  qualche settimana fa, non siete a conoscenza di un’iniziativa davvero interessante e inconsueta che in origine vide coinvolti un pilota, una casa automobilistica tedesca e un grandissimo artista americano.

Tutto ebbe inizio nel 1975, quando il pilota francese di auto da corsa Hervé Poulain (Avranches, 1940) chiese all’amico  artista Alexander Calder (Lawnton, 1898 – New York, 1976) di decorare, come una vera e propria tela, la carrozzeria della sua BMW 3.0 CSL che avrebbe corso alla leggendaria 24 Ore di Le Mans.

Calder non era nuovo a questo tipo di collaborazioni artistiche poiché nel 1973 dipinse l’esterno di un aereo di linea per conto della Braniff International Airways. La decorazione del veicolo BMW è nota anche per essere stata una delle ultime produzioni artistiche del noto scultore poiché morì l’anno successivo. 

L’entusiasmo del pubblico, a seguito della collaborazione Poulain-Calder, convinse la casa automobilistica bavarese a rinnovare il sodalizio con altri artisti affermati attraverso la creazione di una vera e propria collezione d’arte a motore: la BMW Art Car Collection. 

Nel 2015 la storica iniziativa voluta da Poulain ha compiuto 40 anni e in questo lungo periodo, iniziato nel 1975 con l’intervento di Calder, ha visto la partecipazione di un grandissimo numero di artisti internazionali che hanno decorato, secondo il loro personale e inconfondibile stile, 19 differenti modelli disegnati e costruiti dalla fabbrica di automobili tedesca.

I creativi che hanno rivitalizzato i mezzi a quattro ruote provengono da tutti i continenti e in particolare ricordiamo le collaborazioni con i maestri della Pop Art americana e inglese Andy Warhol, Roy Lichtenstein e David Hockney, l’esponente della Transavanguardia italiana Sandro Chia, il maestro indiscusso delle installazioni Ólafur Elíasson e infine il re del kitsch Jeff Koons.

Il risultato? Delle coloratissime e brillanti vetture per quanto riguarda gli interventi di Warhol e Koons e uno stravolgimento totale delle forme a seguito delle radicali modifiche dell’artista danese Elíasson che ci regala un mezzo uscito direttamente da un film di fantascienza. 

Nel corso degli anni le preziose automobili sono state esposte in alcune delle location più prestigiose del mondo, tra cui il Solomon R. Guggenheim Museum di New York, il Centre Pompidou di Parigi e durante il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, sulle rive del lago di Como. Attualmente le Art Cars sono visibili presso il futuristico BMW Museum di Monaco di Baviera. 

Di seguito trovate la lista ti tutti i modelli BMW e gli artisti che hanno reso speciale e decisamente più vivo il freddo metallo di queste velocissime automobili da corsa.

Alexander Calder (BMW 3.0 CSL, 1975), Frank Stella (BMW 3.0 CSL, 1976), Roy Lichtenstein (BMW 320 Group 5, 1977), Andy Warhol (BMW M1 Group 4, 1979), Ernst Fuchs (BMW 635CSi, 1982), Robert Rauschenberg (BMW 635CSi, 1986), Michael Jagamara Nelson (BMW M3 Group A, 1989), Ken Done (BMW M3 Group A, 1989), Matazo Kayama (BMW 535i, 1990), César Manrique (BMW 730i, 1990), A. R. Penck (BMW Z1, 1991), Esther Mahlangu (BMW 525i, 1991), Sandro Chia (BMW M3 GTR, 1992), David Hockney (BMW 850CSi, 1995), Jenny Holzer (BMW V12 LMR, 1999), Ólafur Elíasson (BMW H2R, 2007), Jeff Koons (BMW M3 GT2, 2010), John Baldesarri (BMW M6 GTLM) e Cao Fei (BMW  M6 GT3). 

Per concludere ecco una galleria di immagini con le automobili rivisitate dagli artisti che abbiamo apprezzato maggiormente. 


ATTENZIONE: l’uso delle immagini non comporta introiti ai nostri articoli, ma sono esclusivamente a scopo divulgativo. Quando possibile utilizziamo immagini cc, in caso contrario viene sempre riportata la fonte o il link di pertinenza. Qualora riteneste improprio l’uso segnalatelo alla nostra e-mail, contatti@dartema.com, e provvederemo alla loro immediata rimozione.


DIVERTITI SU DARTEMA CON LE CURIOSITÀ, GLI ANEDDOTI, LE CITAZIONI, I QUIZ. LEGGI I NOSTRI ARTICOLI O COLLABORA CON NOI, ISCRIVENDOTI AL SITO E INVIANDOCI I TUOI ARTICOLI.


REGISTRATI E CREA LA TUA PAGINA PERSONALE CON FOTO, BIOGRAFIA E CONTATTI


ALLEGA I TUOI ARTICOLI E, SE CONSONI, LI PUBBLICHEREMO SUL SITO


Mettiti alla prova e gioca ai QUIZ di DArteMA.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Profilo-e-post.png
Scrivi una didascalia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *