Lo potevo fare anch’io

I consigli di Alexander Stefani

AUTORE: Francesco Bonami

PUBBLICAZIONE: Mondadori

Come avrete notato DArteMA ha invaso anche il campo dell’editoria e abbiamo deciso di consigliarvi ogni settimana una lettura a tema artistico con la speranza di ispirarvi e contribuire alla diffusione (e sopravvivenza) di questo potente mezzo di conoscenza: il libro.

Il libro che vi proponiamo oggi è scritto da Francesco Bonami, scrittore, critico d’arte e curatore. Direttore onorario della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, Bonami è noto per aver diretto la 50ª edizione della Biennale di Venezia d’arte, intitolata “La dittatura dello spettatore” ma anche per diversi progetti di curatela presso la fondazione Pinault e per conto del Whitney Museum of American Art di New York.
In questo breve libro, in cui emerge tutta la critica tagliente e divertente di Bonami, si riflette sulle innovazioni e i traguardi artistici a partire da Duchamp fino all’arte contemporanea dei giorni nostri. Attraverso un rapido e avventuroso viaggio fra le opere dei principali artisti del XX e XXI secolo l’autore ci spiega finalmente perché: “Non potevamo farlo anche noi”!

Il libro è edito da Mondadori Store

Qui sotto un breve prologo del libro di Francesco Bonami

Tutti, almeno una volta nella vita, davanti a un’opera d’arte contemporanea abbiamo pensato: “Questo lo potevo fare anch’io!”. Eppure i critici ci assicurano che si tratta di capolavori, mentre i collezionisti spendono cifre da capogiro per quadri che sembrano tele imbrattate e sculture che appaiono come ammassi di rottami. Come è possibile che una tela strappata possa chiamarsi “arte”? Gli artisti contemporanei sempre più spesso occupano le pagine dei giornali, mentre il loro lavoro è circondato da un’aura di mistero che ne fa un prodigio alla cui comprensione sembrano ammessi solo pochi eletti.

Eppure tutte le grandi capitali del mondo occidentale hanno ospitato esposizioni sempre più grandi e costose, producendo un giro di affari di tutto rispetto. Francesco Bonami sfida il lettore ad “assaggiare” le opere senza pregiudizi, aiuta a capire cosa distingue un grande da un pessimo artista, cosa ha fatto sì che Marcel Duchamp o Andy Warhol abbiano superato la prova del tempo e perché invece tanta parte del lavoro di un pittore come Renato Guttuso o di uno scultore come Arnaldo Pomodoro siano sopravvalutati. Spiega perchè Anish Kapoor piace a tutti al primo sguardo e ci svela cosa si nasconde dietro il clamore e lo scandalo delle opere di Maurizio Cattelan.

E se è vero che nell’ultimo secolo l’arte si è evoluta al punto da essere quasi irriconoscibile, Bonami ci fa capire una volta per tutte perché non è vero che potevamo farlo anche noi. 


ATTENZIONE: l’uso delle immagini non comporta introiti ai nostri articoli, ma sono esclusivamente a scopo divulgativo. Quando possibile utilizziamo immagini cc, in caso contrario viene sempre riportata la fonte o il link di pertinenza. Qualora riteneste improprio l’uso segnalatelo alla nostra e-mail, contatti@dartema.com, e provvederemo alla loro immediata rimozione.


DIVERTITI SU DARTEMA CON LE CURIOSITÀ, GLI ANEDDOTI, LE CITAZIONI, I QUIZ. LEGGI I NOSTRI ARTICOLI O COLLABORA CON NOI, ISCRIVENDOTI AL SITO E INVIANDOCI I TUOI ARTICOLI.


REGISTRATI E CREA LA TUA PAGINA PERSONALE CON FOTO, BIOGRAFIA E CONTATTI


ALLEGA I TUOI ARTICOLI E, SE CONSONI, LI PUBBLICHEREMO SUL SITO


Mettiti alla prova e gioca ai QUIZ di DArteMA.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Profilo-e-post.png
Scrivi una didascalia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *