I 10 musei di arte contemporanea da vedere in Italia. Un viaggio tra Roma, Napoli, Milano, Torino, Venezia, Bologna, Rovereto e Matera. 

di Giovanni Avolio

Ancora una volta un itinerario tutto italiano. Andiamo alla scoperta di 10 musei fondamentali agli sviluppi dell’arte contemporanea del nostro paese. Si tratta di istituzioni che promuovono l’arte attraverso l’esposizione di una collezione permanente e tramite l’organizzazione periodica di mostre ed eventi. Questo viaggio ci porterà a Roma, Napoli, Milano, Torino, Venezia, Bologna, Rovereto e Matera. L’ordine non riguarda l’importanza dell’istituzione ma è puramente casuale.

Iniziamo…

1. Mart | Rovereto | Trentino Alto Adige

Sito in Corso Bettini 43, Rovereto, il Mart (Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto) è, senza ombra di dubbio, uno dei musei di arte contemporanea più importanti e attivi d’Europa. L’ente è nata nel 1987, mentre l’attuale sede principale del Museo è stata inaugurata nel 2002, un ampio complesso architettonico su progetto di Mario Botta e Giulio Andreolli. La collezione permanente del museo vanta oltre 20.000 opere esposte a rotazione. È possibile ammirare capolavori di tutte le più importanti correnti avanguardiste del Novecento, come la Metafisica, il Futurismo, l’Arte Povera, l’Arte Concettuale, sino ai grandi maestri contemporanei. Grazie alla sua politica di interlocuzione con le più importanti istituzioni internazionali e nazionali il Mart è oggi un polo di attrazione per l’arte imprescindibile.

2. MADRE | Napoli | Campania

Situato nel cuore del capoluogo campano, a pochi passi dal Duomo, troviamo uno dei musei di arte contemporanea più interessanti d’Italia: il Madre – museo d’arte contemporanea Donnaregina. Il suggestivo nome trae origine dall’edificio che lo ospita, ovvero il Palazzo Donnaregina. È stato acquistato dalla Regione nel 2005, affidato alla Fondazione Donnaregina, restaurato su progetto dell’architetto Álvaro Siza Vieria. L’inaugurazione è avvenuta il 10 giugno del 2015, con un’area complessiva di 7.200 metri quadrati e oltre 2.600 metri destinati a diversi livelli di esposizione. Oltre ad una ricca esposizione di opere permanenti il Madre vanta un intero piano dedicato alle mostre temporanee. 

3. Pirelli HagarBicocca | Milano | Lombardia

Con i suoi oltre 15.000 metri quadrati è uno degli spazi espositivi più grandi e suggestivi d’Europa.  Il museo è nato nel 2004 dalla riconversione di una ex fabbrica adibita alla costruzione di locomotive. L’edificio si trova a Milano in via Chiese 2. A caratterizzare le scelte curateriali interviene la struttura stessa dell’edificio. Ogni progetto espositivo, infatti, tiene conto dell’architettura stessa ed è sempre accompagnato da un formidabile intreccio di eventi collaterali e di approfondimento. Gli spazi sono concepiti, oltre per l’esposizione di opere permanenti, soprattutto per l’organizzazione di mostre temporanee che tengono conto non solo degli artisti storici e affermanti ma, soprattutto, dei giovani emergenti a livello internazionale.

4. Castello di Rivoli | Rivoli | Piemonte

Da residenza sabauda il Castello di Rivoli è, oggi, una delle sedi museali di arte contemporanea più importanti d’Italia. Il Castello è stato progettato nel 1718 da Filippo Juvarra e convertito a sede museale nel 1984, dopo un lungo restauro iniziato nel 1979. Si trova in Piazza Mafalda di Savoia e, oltre alla collezione permanente, offre un interessante panorama di mostre sugli artisti più importanti nazionali e internazionali, oltre a numerosi servizi come la biblioteca, la videoteca sino alla ristorazione. La collezione permanente è davvero straordinaria: Fabro, Eliasson, Cattelan, Acconci, De Dominicis, Kosuth, Nauman, Paladino, Kounelli, sono solo alcuni dei nomi degli artisti dei quali potrete ammirare indiscutibili capolavori.

5. Ca’ Pesaro | Venezia | Veneto

Ca’ Pesaro Galleria Internazionale d’Arte Moderna si trova a Venezia Santa Croce 2076. Il prestigioso palazzo, sede della Galleria, sorge per volontà della famiglia Pesaro nel XVII secolo ed è, ancora oggi, un capolavoro dell’architettura civile barocca veneziana. Sarà infine la duchessa Felicita Bevilacqua La Masa, dopo che la sua famiglia acquista il palazzo, a destinarlo all’attuale uso. Il secondo piano dell’edificio ospita le mostre temporanee, mentre la collezione permanente continua a crescere e rinnovarsi nelle sale sottostanti e adiacenti. Interessante la continua ricerca di un dialogo tra gli artisti e le opere esposte della permanente, con le nuove proposte delle temporanee. La collezione offre una panoramica interessantissima delle principali correnti e dei loro protagonisti, dell’arte contemporanea europea. Rodin, Bonnard, Burri, Afro, Fontana, Munch, Ensor, Klee, Kandinskij, oltre ad interessanti lavori minimali e concettuali donati dal grande collezionista Panza di Biumo.

6. MAXXI | Roma | Lazio

MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, si trova a Roma, in via Guido Reni 4A. È sicuramente la più grande realtà italiana, e uno delle più importanti a livello europeo, dedicata esclusivamente alla creatività contemporanea. La gestione del Museo è affidata alla Fondazione, istituita appositamente nel 2009 da Ministero per i Beni e le Attività Culturali. È organizzato in quattro compartimenti principali, ovvero Architettura – Arte – Ricerca, Educazione, Formazione – Sviluppo. A dare ulteriore carattere al Museo interviene la straordinaria struttura, una grande opera architettonica innovativa e spettacolare, progettata dall’architetto Zaha Hadid. La sezione Arte offre spazi espositivi di oltre 13.000 metri quadrati, con mostre temporanee sempre attente agli sviluppi dell’arte contemporanea internazionale. Attraverso donazioni, comodati, premi e acquisti la Fondazione accresce periodicamente la propria collezione permanente.

7. MAMbo | Bologna | Emilia Romagna

MAMbo è il Museo di Arte Moderna di Bologna, situato nel cuore del cosiddetto distretto culturale della Manifattura delle Arti della città, al centro di numerose gallerie d’arte, della Cineteca di Bologna e di diversi dipartimenti universitari. Si trova in via Don Minzoni 12 ed è facilmente raggiungibile a piedi dal centro cittadino. Ai piani superiori è conservata la collezione permanente del museo, che è focalizzata sull’arte dal secondo dopoguerra ad oggi. Realismo italiano, arte concettuale, arte povera sono solo alcuni dei movimenti indagati e presenti, oltre ad una importante esposizione dedicata a Morandi, importante artista Bolognese. Ai piani inferiori vengono allestite periodicamente le mostre temporanee.

8. MUSMA | Matera | Basilicata

Istituito all’interno della suggestiva cornice di Palazzo Pomarici, il museo si trova in Via San Giacomo di Matera. MUSMA è l’acronimo di Museo della Scultura Contemporanea di Matera. L’interessante esposizione si caratterizza per l’uso degli spazi. Le opere, infatti, non sono allestite esclusivamente nelle sale principali del palazzo, ma addirittura nei grandi ipogei scavati dell’edificio. Gli ambienti rupestri offrono una cornice e nuovi spunti d interazione tra l’opera e lo spazio circostante. Si tratta del più importante museo italiano dedicata esclusivamente alla scultura contemporanea, con opere che vanno dalla fine dell’ottocento ad oggi. 

9. Museo del Novecento | Milano | Lombardia

Non poteva di certo mancare uno dei musei più interessanti di arte contemporanea in Italia. Inaugurato al pubblico il 6 dicembre del 2010, il Museo del Novecento si trova all’interno del Palazzo dell’Arengario in Piazza Duomo e, oltre alla straordinaria collezione d’arte, offre una panoramica mozzafiato dall’alto del più importante edificio religioso della città. All’interno la collezione permanente è organizzata cronologicamente, con circa 400 opere esposte. La data di inizio è il 1902, ovvero l’anno di esposizione del Quarto Stato di Giuseppe Pelizza da Volpedo. E poi Picasso, Bracque, Chagall, i Futuristi, Fontana, Modigliani, Klee, etc., per un’esperienza tutta da vivere. 

10. GAM | Torino | Piemonte

La Galleria Civica d’Arte Moderna di Torino si trova in Via Magenta 31. Si tratta di un Museo che ha fatto la storia dell’arte contemporanea italiana. Torino, infatti, è stata la prima città italiana a promuovere una raccolta pubblica di arte moderna per ampliare la collezione del Museo Civico aperto nel 1863. La collezione così composta è davvero straordinaria. Oltre 45.000 opere tra sculture, dipinti, fotografie, installazioni, disegni, incisioni che, dal 2009, vengono esposte seguendo quattro percorsi tematici che variano nel tempo. É possibile ammirare capolavori dei più importanti artisti mondiali, in costante dialogo con l’attuale produzione artistica emergente. 


DIVERTITI SU DARTEMA CON LE CURIOSITÀ, GLI ANEDDOTI, LE CITAZIONI, I QUIZ. LEGGI I NOSTRI ARTICOLI O COLLABORA CON NOI, ISCRIVENDOTI AL SITO E INVIANDOCI I TUOI ARTICOLI.


REGISTRATI E CREA LA TUA PAGINA PERSONALE CON FOTO, BIOGRAFIA E CONTATTI


ALLEGA I TUOI ARTICOLI E, SE CONSONI, LI PUBBLICHEREMO SUL SITO


Mettiti alla prova e gioca ai QUIZ di DArteMA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “I 10 musei di arte contemporanea da vedere in Italia. Un viaggio tra Roma, Napoli, Milano, Torino, Venezia, Bologna, Rovereto e Matera. ”