Dieci opere di street art da vedere in Italia. Un tour virtuale tra Sassari, Napoli, Campobasso, Pisa, Roma, Dolo, Milano, Civitanova, Mantova e Messina.

Testo di Giovanni Avolio

Da sempre attenti alla street art abbiamo deciso di creare un piccolo tour virtuale tra 10 pezzi assolutamente imperdibili in Italia. Da nord a sud, sino alle isole, la Street Art anima i nostri quartieri e ci invita a soffermarci e riflettere sulla vita della città. Ho scelto, per questo breve viaggio, dieci artisti in particolare, ovvero Banksy, Joys, Haring, Dado, Nemo’s, Ericailcane, Blu, Giulio Vesprini, Milo e Space Invader. Questo è solo uno dei tanti tour che DArteMA vuole offrire ai suoi lettori per portarli alla scoperta di tutte le meraviglie che colorano le nostre città.

Iniziamo…

1. Ericailcane | Sassari | Sardegna

Cominciamo il nostro viaggio proprio da un’isola, la Sardegna, per presentarvi un murales davvero significativo dell’artista nostrano Ericailcane. Come sempre l’artista invita a riflettere usando come tramite il regno animale. Il grande murales si trova a Sassari, in Piazza Sant’Antonio, e rappresenta una gigantesca tartaruga che, arrivando dal mare, distrugge le ciminiere sparse sulla costa. Le candele alludono alla tipica festività sarda, la Discesa dei candelieri, che anima la città di Sassari nel mese di agosto. La natura si prende la sua rivincita sullo scempio industriale.

2. Banksy | Napoli | Campania

Non poteva mancare di certo quello che, attualmente, è considerato l’unico pezzo ancora visibile di Banksy in Italia. L’ormai conclamata Madonna con la pistola che adorna piazza Gerolomini di Napoli. Dato il cattivo stato di conservazione l’opera è stata protetta da un plexiglas, così da diminuire l’azione corrosiva delle intemperie. Lo stile dell’artista di Bristol è perfettamente enunciato nell’opera. Una denuncia sociale a tutti gli effetti. La madonna, infatti, al posto della solita aureola, presenta una pistola. Il suo sguardo, rivolto verso l’arma, è di indubbia afflizione. 

3. Blu | Campobasso | Molise

Proprio a Campobasso nel 2011, in occasione del Draw The Line Festival e nei pressi del Terminal dei Bus, Blu ha realizzato uno dei suoi fantastici murales. Spesso soprannominato “il Soldato”, la provocatoria opera è una denuncia contro la guerra e la violenza, nonché contro la manipolazione che gli stati sono in grado di attuare nei confronti dell’individuo. L’immagine parla chiaramente e rappresenta un semplice uomo che, una volta manipolato, diviene un soldato perfetto. Gli viene tolta la capacità di pensare, estratto il cervello e sostituito con un elmetto, così da poter eseguire gli ordini senza contraddirli.

4. Keith Haring | Pisa | Toscana

Immancabile il famoso Tuttomondo di Keith Haring, murales realizzato nell’ormai lontano 1989 sulla parete esterna della chiesa di Sant’Antonio Abate di Pisa. Si tratta, probabilmente, dell’opera di street art più famosa e importante d’Italia, nonché uno dei murale più grandi mai realizzati in Europa sino a quel momento. La parete misura, infatti, 10 metri di altezza per 18 di larghezza, per un totale di 180 metri quadrati. Sono 30 figure dinamiche e vitali. Un inno alla gioia di vivere, al divertimento e alla vitalità, un omaggio che Haring ha fatto alla famosa città dalla torre pendente. Scriveva l’artista a proposito: “Pisa è incredibile. Non so da dove cominciare. Mi rendo conto ora che si tratta di uno dei progetti più importanti che io abbia mai fatto”.

5. Space Invader | Roma | Lazio

Rome, Waves: 03, Invaders: 75, Score: 2370 PTS. Queste le specifiche che si possono leggere sul sito dei famosissimi street artist space invaders. La loro missione? Invadere il mondo e segnalare sulla loro mappa tutte le città sino ad ora “invase”. Ad oggi sono segnalate 76 città per un totale di 3672 interventi. Numeri da far girare la testa, non c’è dubbio. In questo caso l’opera scelta è puramente esemplificativa del lavoro svolto dagli artisti a Roma. Molti gli angoli in cui è possibile ammirare i loro fantastici mosaici, ispirati dai famosi videogiochi Arcade degli anni Settanta e Ottanta.

6. Dado | Dolo | Veneto

Andiamo in Veneto, a Dolo, per ammirare l’opera del Writer bolognese Dado Ferri. La sua colossale tag è visibile percorrendo il tratto autostradale Dolo-Padova nella A57. Realizzato nel 2016 per la sede legale di Venpa, il pezzo è stato nominato #rentalchic. Un’opera a dir poco mastodontica, che copre una parete lunga 60 metri e alta 9. Per la realizzazione, racconta lo stesso Dado, ci sono volute ben 400 bombolette ed è stato affiancato e aiutato da RUSTY, altro writer di origini bolognesi, nonché un’istituzione della street art nella città felsinea, e da Antonello Apollonio, giovane writer di indubbio talento. L’opera ha fatto da apripista al Festival di Urban Art IDoLove #fullcolor, promosso dal comune di Dolo.

7. Giulio Vesprini | Civitanova | Marche

E adesso andiamo al centro Italia per ammirare non solo un’opera, ma un progetto che vede come protagonista lo street artist Giulio Vesprini. L’opera in fotografia è solo uno dei tanti pezzi realizzati dall’artista nella sua città natale. Riteniamo sia fondamentale una passeggiata al porto di Civitanova per ammirare tutte le opere realizzate per il progetto indipendente “Vedo a colori”. L’obiettivo del progetto è quello di creare un vero e proprio museo di street art a cielo aperto. Sono decine gli artisti che hanno aderito con fervore: Krayon, Andrea Casciu, Guerrilla Spam, Morden Gore, Vesprini, sono solo alcuni dei nomi che potrete ammirare. 

8. Milo | Milano | Lombardia

Torniamo a Nord, nella capitale della Lombardia, per parlarvi di un delizioso murales visibile in via Morosini. Dal titolo “Everyone Is Searching For It” appare piacevole e confortevole solo in apparenza. Ancora una volta ci troviamo di fronte ad una denuncia sociale. L’opera è divisa in due parti, così come divisi ne sono i protagonisti, e campeggia sui lati di due grandi edifici. Attraverso un gioco di luci e prospettive Milo racconta le difficoltà di amare e di vivere serenamente in una “città-prigione”. Tra i palazzi, i reticoli, gli impegni e la frenesia la vita sembra scorrere senza un senso comprensibile. È un inno alla libertà e all’amore che invita gli astanti alla riflessione.

9. Joys | Mantova | Lombardia

Rimaniamo in Lombardia per ammirare un’altra opera colossale, realizzata dall’artista padovano Joys. Si tratta di un lavoro “freschissimo”, risalente proprio al 2018 per l’appuntamento con il Festival curato da Simona Gavioli e Giulia Giliberti “Without Frontiers – Lunetta a Colori”. L’opera è intitolata “Tsunamy” e si trova sulla facciata esterna del palazzo situato all’ingresso del quartiere di Viale Piemonte. 826 metri quadrati di pittura fanno di questo colosso l’opera più grande mai realizzata dall’artista. Uno sguardo attento e frontale all’edificio permette di riconoscere il lettering dell’artista, dove tra finestre e colonne è possibile scorgere la sua famosa Tag.

10. NemO’S | Messina | Sicilia

Abbiamo iniziato questo tour con un’isola, la Sardegna, e proprio con un’altra isola decidiamo di terminarlo. Andiamo direttamente in Sicilia per ammirare l’opera di NemO’S. I quattro corpi appesi fanno commuovere e riflettere. L’opera si trova nel distretto portuale di Messina, sul lato destro dei silos ex granai e frontalmente al porto. Racconta lo stesso artista che il murales è dedicato a Saamiya Yusuf Omar, sportiva somala annegata a largo di Lampedusa e a tutte quelle migliaia di persone che perdono la vita a largo delle nostre coste. È anche una denuncia sociale, una metafora all’idiozia e all’insensibilità da parte dei media e dei diplomatici quando affrontano un tema così delicato.

Con queste dieci opere terminiamo il nostro viaggio su tutta la penisola italiana. Di opere di street art, meritevoli di essere raccontate, ne esistono a migliaia. Noi di DArteMA faremo del nostro meglio per raccontarvi tutte le meraviglie che adornano il nostro bel paese.


DIVERTITI SU DARTEMA CON LE CURIOSITÀ, GLI ANEDDOTI, LE CITAZIONI, I QUIZ. LEGGI I NOSTRI ARTICOLI O COLLABORA CON NOI, ISCRIVENDOTI AL SITO E INVIANDOCI I TUOI ARTICOLI.


REGISTRATI E CREA LA TUA PAGINA PERSONALE CON FOTO, BIOGRAFIA E CONTATTI


ALLEGA I TUOI ARTICOLI E, SE CONSONI, LI PUBBLICHEREMO SUL SITO


Mettiti alla prova e gioca ai QUIZ di DArteMA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *