Intervista a Emanuele Montibeller, Direttore Artistico “Arte Sella”

 

a cura di Maristella Angeli

Maristella Angeli.: Nel 1986 nasce l’Associazione “Arte Sella”, da un’idea di Carlotta Strobele, di Emanuele Montibeller e di Enrico Ferrari, un percorso in evoluzione, che giunge ad una riformulazione di “Arte e natura”. Quali sono gli obiettivi raggiunti?

Emanuele Montibeller: “Arte Sella” è un luogo di riferimento di “Arte in natura”, impresa internazionale. Un’iniziativa che si colloca nel territorio, per ripensare e reinventare l’attività culturale nella nostra regione. Ricercare il valore culturale nel proprio periodo storico, sovvertire i valori estetici e mettere in discussione i valori nel periodo stesso in cui viene espresso. Il percorso espositivo, offre al pubblico un’esposizione qualitativa. 

M.A.: Durante la preparazione della terza edizione si verificò il passaggio da un livello regionale a quello internazionale. Grazie a chi e a quali collaborazioni, ci siete riusciti?

E.M.: Grazie al nostro lavoro, che occorre costruire nel quotidiano, l’attività che svolgiamo dà lavoro a molte persone. “Arte Sella” è per l’87% autosufficiente, coinvolge il territorio, gli enti pubblici con i quali si condividono gli obiettivi ed i progetti. Ci sono circa quaranta volontari, che offrono il loro impegno costante. Occorre pensare al nostro futuro e a farci carico del distretto museale, giuridicamente privato, dal punto di vista culturale, turistico e sociale.

M.A.: Non più Land Art, ma Arte in natura, quindi un dialogo costruttivo con la natura stessa ed il criterio fondante: “La natura va difesa come “scrigno della memoria” dell’individuo.” Cosa osserva durante la creazione delle opere e come si evolve il rapporto artista-natura?

E.M.: La Land Art rappresenta una denuncia della condizione ambientale, mentre “Arte in natura”, si pone gli obiettivi di individuare una via possibile tra la nostra esistenza, ossia quella dell’uomo su questo pianeta per il problema ambientale reale: è un dialogare con la natura.

M.A.: La caratteristica delle opere create sta nell’uso di materiali organici, cosi che ognuna di esse, diventata parte della stessa natura, ritorni ad essa in un tempo ciclico. Quali effetti nota, su tutti coloro che vivono questa esperienza creativa?

E.M.: Stupore, compiacimento.

M.A.: Dal 1992 si aggiungono performance, concerti, happening sonori. Avete aggiunto, nel tempo, altre forme artistiche?

E.M.: Le arti si devono confrontare spaziando, crediamo che l’incontro tra le diverse espressioni alimenti il progetto non chiuso, ma pronto ad accogliere le idee degli altri. La disponibilità può arricchire una realtà sociale.

M.A.: Quali opere artistiche, sono state più rappresentative nel corso degli anni?

E.M.: È il lavoro complessivo “Arte Sella”, iniziative esperienziali e il dialogo con tutte queste opere diviene un tutt’uno.

M.A.: In una società via via più tecnologica, vediamo sempre più persone che hanno costantemente lo Smarthphone in mano e le cuffie agli orecchi. Tornare ad avere un rapporto con la natura e con i percorsi artistici, può riportare ad una maggiore consapevolezza di ciò che, da sempre, essa rappresenta per l’uomo?

E.M.: Il problema si risolve utilizzando la tecnologia senza restarne vittime. Natura e tecnologia devono procedere di pari passo cogliendo i vantaggi di quest’ultima, ma non dobbiamo dimenticare l’importanza della nostra creatività, cioè che siamo menti creative e del bisogno di operare e sperimentare.

M.A.: In quale periodo, possono essere visitati i percorsi espositivi? 

E.M.: “Arte Sella” è sempre aperta, chiusa solo il giorno di Natale, ma essendo in montagna, occorre informarsi sulle condizioni meteorologiche, quindi prenotare i gruppi per la visita. 

M.A.: Quali sono i criteri di selezione, rivolti agli artisti?

E.M.: Noi investiamo sugli artisti che vengono selezionati e invitati dallo stesso Direttore Artistico, selezione condivisa con i collaboratori. In opera del progetto nel suo insieme professionale, vengono scelti due o tre anni prima.

Parliamo anche di “Arte Laguna Prize”, proposta di residenza d’arte, progetto di percorso artistico, rivolto alla partecipazione di giovani artisti.

Quest’anno ci saranno sei o sette nuove installazioni. Abbiamo in media circa 100.000 visitatori all’anno. Saranno attivi laboratori, aperti alle scolaresche. Ci sarà un nuovo spazio dove s’incontreranno architetti invitati a realizzare un progetto relativo al paesaggio. Abbiamo un progetto rivolto agli operatori socio-sanitari, con attività terapeutiche: danza terapia per i soggetti colpiti da Parkinson Dance and Health with Parkinson, con la partecipazione di associazioni che operano a livello internazionale, progetti per i malati di tumore, anche allo stadio terminale.

M.A.: Innovazioni per il 2018?

E.M.: Grande innovazione e un nuovo spazio espositivo aperto all’architettura, con la realizzazione di installazioni all’interno della natura, un divertimento per loro, un’opportunità di essere liberi, di creare in un “luogo libero”. Hanno aderito grandissimi architetti. “Arte Sella” è un parco culturale, non un recinto chiuso.

Rainer Gross, Il quadrato. Copyright Arte Sella, ph Giacomo Bianchi

Si ringraziano tutti i volontari, i collaboratori gli Enti, gli artisti e tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo.

Si ringrazia il Direttore artistico per la disponibilità, consigliando vivamente di visitare “Valle Sella”, per poter vivere un’esperienza unica.

Associazione Arte Sella, percorsi espositivi località Val di Sella, Borgo Valsugana (TN)

www.artesella.it/it/

http://www.artesella.it/it/tariffe-e-orari.html

http://www.artesella.it/it/chisiamo.html

http://www.artesella.it/it/percorsi/

http://www.artesella.it/it/scuole-e-gruppi.html

http://www.artesella.it/it/progetti-speciali/progetto-2.html

http://www.artesella.it/it/progetti-speciali/dance-well.html

http://www.artesella.it/it/multimedia/


DIVERTITI SU DARTEMA CON LE CURIOSITÀ, GLI ANEDDOTI, LE CITAZIONI, I QUIZ. LEGGI I NOSTRI ARTICOLI O COLLABORA CON NOI, ISCRIVENDOTI AL SITO E INVIANDOCI I TUOI ARTICOLI.


REGISTRATI E CREA LA TUA PAGINA PERSONALE CON FOTO, BIOGRAFIA E CONTATTI


ALLEGA I TUOI ARTICOLI E, SE CONSONI, LI PUBBLICHEREMO SUL SITO


Mettiti alla prova e gioca ai QUIZ di DArteMA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *