#accaddeoggiarte | Speciale 1 Marzo

Rubrica “#accaddeoggiarte“. Giorno dopo giorno tutti gli eventi che hanno sconvolto, emozionato, commosso il mondo dell’arte verranno svelati e ci accompagneranno per tutto l’anno. Un appuntamento quotidiano curato da Giovanni Avolio, con articoli dalla durata di un solo giorno. La copertina è stata realizzata da Alessandro Pastore e riassume egregiamente gli eventi che, nel corso dell’anno, avranno modo di farci compagnia (potete vedere altre opere dell’artista al seguente link: https://www.behance.net/alessandrocd06).

Buona lettura e buon #accaddeoggiarte

Speciale 1 Marzo

Eventi principali nel mondo dell’arte

  • Nel 375 a.C. viene fondato a Roma, sull’Esquilino, il Tempo di Giunone Lucina, divinità romana del ciclo lunare. All’interno del tempio si celebravano i Matronalia, in onore della divinità.

Tra storia, eventi e arte

  • Nel 1565 viene fondata la seconda città del Brasile dopo San Paolo, ovvero Rio de Janeiro.
  • Nel 1872 viene istituito il Parco Nazionale di Yellowstone. Si tratta del più antico parco nazionale al mondo e la più grande riserva naturale degli Stati Uniti.

Qualche breve curiosità

  • Era il 1692 quando nel villaggio di Salem quattro donne sono accusate di stregoneria. L’evento è passato alla storia come “il processo alle streghe di Salem”.
  • La Remington Arms, azienda americana di armi, nel 1873 inizia la sua prima produzione di macchine da scrivere.
  • Nel 1938 viene fondata la Samsung, oggi una delle aziende leader della tecnologia.
  • Nel 1978 viene trafugata, dal paesino svizzero di Vevey, la bara di Charlie Chaplin. Per il suo ritrovamento venne chiesto alla famiglia un riscatto di 600.000 dollari.
  • Nel 1983 la società svizzera Swatch presenta al mondo il suo primo orologio.
  • Nel 2002 in Italia e in molti altri stati europei, l’Euro diventa a valuta unica scambiabile.

Nati oggi

  • Oskar Kokoschka. Nasce a Pöchlarn, piccolo comune austriaco, nel 1886. A Vienna frequenta l’Accademia di Belle Arti, entrando in contatto con Gustav Klimt e con l’ambiente della Secessione di Vienna. Si trasferì presto a Berlino dove entra da subito in contatto con i movimenti avanguardisti. Ammiratore di Edvard Munch entra a fare parte del movimento della Secessione di Berlino nel 1914. Oggi è uno degli artisti espressionisti più famosi e riconosciuti al mondo.
  • Sandro Botticelli. Il suo vero nome è, in realtà, Alessandro di Mariano di Vanni Filippei. Nasce a Firenze nel 1445. Il suo stile si evoluto dalla lezione dei maestri Filippo Lippi, Andrea Verrocchio e Antonio del Pollaiolo, giungendo ad una propria sintesi di eleganza e bellezza senza tempo. È tra i maestri più riconosciuti del Rinascimento Italiano.

Morti oggi

  • Giacomo Balla. Muore a Roma nel 1958. Pittore, scultore, paroliberiere, scenografo, è stato tra i più importanti esponenti del divisionismo prima e del Futurismo poi. É tra i firmatari dei manifesti che stanno alla base dell’ideologia e della teoria del movimento futurista.
  • Giovanni Omiccioli. Muore a Roma nel 1975. Pittore fedele alla rappresentazione figurativa, è tra gli i più amati e popolari artisti della “Scuola romana”. Le ambientazioni delle sue opere sono ispirate alla sua vita. Tra le sue tante passioni spicca il calcio, che troviamo spesso rappresentato nei suoi lavori. Ciò ha attirato l’attenzione del popolo romano e contribuito alla sua fama.
  • Toti Scialoja. Muore a Roma nel 1998. I suoi esordi pittorici sono all’insegna dell’espressionismo di matrice romana. Sviluppa una propria impronta pittorica astratta, che unisce diverse tecniche: dal driping all’uso di stracci imbevuti di colore, sino all’inserimento di elementi geometrici scanditi e ripetuti ritmicamente.

DIVERTITI SU DARTEMA CON LE CURIOSITÀ, GLI ANEDDOTI, LE CITAZIONI, I QUIZ. LEGGI I NOSTRI ARTICOLI O COLLABORA CON NOI, ISCRIVENDOTI AL SITO E INVIANDOCI I TUOI ARTICOLI.


REGISTRATI E CREA LA TUA PAGINA PERSONALE CON FOTO, BIOGRAFIA E CONTATTI


ALLEGA I TUOI ARTICOLI E, SE CONSONI, LI PUBBLICHEREMO SUL SITO


Mettiti alla prova e gioca ai QUIZ di DArteMA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *